La Musica Sulla Strada Statale 106 jonica calabrese

L'Impegno della Musica per la sensibilizzazione sul tema della strada Statale 106 ha origine nel 1999 con Eugenio Bennato che attraverso il brano "da Crotone a Milano" (dall'Album Taranta Power), prende in esame uno degli aspetti piu' tristi legati alla S.S. 106: l'emigrazione.
Nel 2004 l'impegno continua con i Mandara che attraverso il brano "SOS 106" (dall'Album Alatul), rivolgono lo sguardo sulle vittime e, soprattutto, sulla decadenza che la strada Statale 106 causa in Calabria (ed in particolare, appunto, nella Calabria ionica).
Nel 2013, invece, e' la volta del brano "Ma chi ti dice" (dall'Album Piacere Donato), il testo e' di Donato Mingorne mentre la musica, il cantautore di Torretta di Crucoli, l'ha scritta a quattro mani con Roberto Cannizzaro. Il brano descrive in musica e parole tutto il disagio di chi vive da vicino la "Strada della morte".
Sempre nel 2013, Francesco Rispoli, un giovane cariatese scrive ed incide "Strada" (dall'Album Tabu'), anche questo proiettato sulla tragicita' della famigerata "strada della morte". Questo, e' l'unico pezzo sulla S.S. 106 cantato in dialetto calabrese.
Nel 2014, infine, prende vita il brano "Sulla Statale 106" (brano contenuto nell'album Bertoli), di Alberto Bertoli figlio del grande interprete della migliore musica d'autore italiana Pierangelo Bertoli e parole chiare che ci raccontano di un giovane artista emiliano capace di offrici una lettura da viaggiatore/turista che mette in risalto l'aspetto meno legato alle vittime e guarda la strada come un collegamento tra la Calabria ed il mondo
Non si contano, invece, i moltissimi brani che sono contaminati dal tema della "SS 106" e che la citano riportandone aspetti e caratteristiche eloquenti. Tra i tanti lavori mi piace ricordare per tutti il brano "A Crapa" dei Mujura di Gioiosa Jonica che nel testo di questa bellissima canzone sulla 'Ndrangheta ci raccontano che "la Santa benedice la statale 106".
E' importantissimo che la musica e piu' in generale la cultura si occupi della strada Statale 106 perche' e' importante sensibilizzare la Calabria (ed insieme il mondo che la circonda), rispetto ad un problema antico ma sempre attuale.