Il Presidente dell'Associazione Basta Vittime Sulla Strada Statale 106

Ing. Fabio Pugliese

FABIO PUGLIESE e' nato a Cariati nel 1980 ma vive ed e' residente a Calopezzati (in provincia di Cosenza). Nel 2005 partecipa al Prestigioso Premio Nazionale di Poesia "Astrolabio" - istituito allo scopo di promuovere la parola poetica ed evidenziare nel panorama letterario attuale opere di autori degne di attenzione - e con "Una Volta Ancora, Amo", "Bisogni Elementari", "Vita", "Raggio di Sole" e "L'amore per Lei" ottiene la Quinta Menzione di Merito per la Sezione Specifica a Tema grazie alla prestigiosa giuria formata dal Gruppo Internazionale di Lettura e la Libera Accademia Galileo Galilei di Pisa nella Sala Baleari del Comune di Pisa in data 26 febbraio 2005.

L'8 aprile 2005 al Premio Europeo di Poesia Religiosa "Vivarium" presenta la poesia "Nel Nome del Padre" che verra' selezionata dalla giuria ufficiale del concorso costituita da Monsignor Antonio Ciliberti (Presidente, Arcivescovo dell'Arcidiocesi Catanzaro-Squillace), Monsignor Antonio Cantisani, (Arcivescovo emerito), Monsignor Domenico Graziani (Vescovo della Diocesi di Crotone), don Vincenzo Lopasso (Professore di Sacre Scritture e direttore della rivista di scienze teologiche Vivarium) e dal professor G. Battista Scalise, (Dirigente scolastico) per essere inserita nell'antologia dal titolo "Nel nome del Padre" (Edito dalla Casa Editrice Urini Edizioni). Successivamente l'1 agosto 2005 la giuria del "Vivarium" assegnera' a Fabio la Targa d'Argento per la poesia "Nel Nome del Padre" quale "meritato riconoscimento con il quale la commissione ha voluto evidenziare le piu' vive ed autentiche qualita' letterarie che meritano di essere segnalate al grande pubblico in quanto capaci di raggiungere altri importanti traguardi per la originalita' con cui hanno saputo esprimere i loro sentimenti piu' reconditi".

Il 21 maggio 2005 lo S.N.A.M.I. (Sindacato Nazionale Autonomo dei Medici Italiani), in occasione del Premio Letterario Internazionale "Vincenzo Rispoli" assegna a Fabio il Premio Speciale della Giuria per la poesia "I Tuoi Passi".

Il 30 giugno 2006 la giuria del Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa "Una Poesia per l'Alzheimer", conferisce a Fabio la Menzione D'Onore nella Sezione "Silloge Poetica Inedita" per la raccolta "Il Tempo Scorre: Problematiche degli Anziani" composta dalle Poesie "Vivro'", "Lentamente Percorro la Via", "L'Erba Molle del Destino", "Sole tra l'Azzurro", "Nonna", "Vecchio", "Caro Mio", "Un Sogno", "Zio" e "Regalami la Luna".

L'8 dicembre 2006 la Giuria composta dal Comitato Internazionale del 13esimo Concorso Artistico Internazionale "Amico Rom" indetto dall'Associazione Them Romano Onlus (Centro Culturale Romano'), dalla Commissione delle Comunita' Europee", dalla Direzione Generale degli Scambi Culturali del Ministero della Pubblica Istruzione, dall'Assessorato alla Promozione Culturale della Regione Abruzzo, dalla Provincia di Chieti, dal Comune di Lanciato e con il patrocinio scientifico del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche dell'Interculturalita' dell'Universita' degli Studi di Trieste e della Presidenza della Repubblica Italiana, premia nell'affascinante cornice del Teatro Comunale di Lanciano con il Diploma D'Onore Fabio per le poesie "Il Cuore d'un Rom", "Il Pittore Rom" e "Non chiedermi...".

Il 10 maggio 2007, Nell'ambito della "Prima Rassegna Nazionale di Poesia Religiosa" di Patti (ME), la giuria del "Concorso Giovanni XXIII" presieduta dallo scrittore e regista Pietro Seddio conferisce a Fabio il Secondo Posto, con valutazione 29/30 (che vale l'ottenimento di un bellissimo trofeo), ed il Premio Speciale della Giuria con la valutazione di 27/30.

 

Nell'ottobre del 2007 termina l'attivita' poetica di Fabio con la fine degli studi universitari che lo vedono conseguire il raggiungimento della laurea di Ingegneria Informatica presso l'Universita' degli Studi della Calabria.

Nel 2010 Fabio da vita ad una ditta individuale di servizi informatici ed e' esperto esterno in diversi e svariati corsi professionali di informatica senza rinunciare ad una spiccata passione per il web-marketing. Nonostante l'attivita' lavorativa non rinuncia ad un fortissimo impegno nel sociale.

Il 3 febbraio del 2013 pubblica il libro "Chi e' Stato?", un racconto - inchiesta sulla strada Statale 106 ionica calabre, il primo libro sulla famigerata "strada della morte".

Il 7 maggio del 2014 fonda il gruppo facebook "Basta Vittime Sulla S.S. 106" che in poco tempo raggiunge e supera i 15.000 iscritti.

 

Iscritto e dirigente dell'Associazione "XXV Aprile Marco De Simone" di Rossano, dirigente dell'Anpi di Rossano, responsabile telematico dell'Associazione di Volontariato di Protezione Civile "Il Gabbiano" di Calopezzati e' anche vice presidente dell'Associazione "U Varrile" Onlus di Calopezzati.

 

Per scrivere a Fabio utilizza l'e-mail: f.pugliese@bastavittime106.it